banner ad

RSSArchivio per il mese di agosto 2011

Inchiostro Antipatico 5: Stefano Mauri e il dato mancante

Inchiostro Antipatico 5: Stefano Mauri e il dato mancante

STEFANO MAURI, PRESIDENTE DEL GRUPPO EDITORIALE MAURI SPAGNOL, SUL FATTO QUOTIDIANO PARLA DI LEGGE LEVI, MA DIMENTICA UN DATO FONDAMENTALE: I LIBRI IN ITALIA SONO TROPPO CARI

Note e parole: Valerio Semenzin con il suo romanzo La dedica

Note e parole: Valerio Semenzin con il suo romanzo La dedica

Per molti autori esordienti parlare di Valerio Semenzin vuol dire “debutto con il pubblico? per il semplice fatto che Valerio ha gestito la libreria “Diffusione Cultura? a Sesto San Giovanni, ed è stato tra i pochi librai disposti ad ospitare gli autori che da poco si sono affacciati al mondo dell’editoria. La libreria Diffusione Cultura, infatti, ha avuto un lungo [...]

Al via la rubrica “Spazio Esordienti”

Al via la rubrica “Spazio Esordienti”

Un mondo a parte, quello degli esordienti. Un mondo spesso emarginato, vituperato, sfruttato. Contratti capestro, autoproduzioni, pubblicazioni a pagamento: le insidie per uno scrittore che decide di tirare fuori dal cassetto la sua opera prima e tenta la strada delle case editrici sono molte. La rubrica “Spazio Esordienti”, diretta da un ormai ex esordiente Maurizio [...]

Un museo dedicato a Simenon

Un museo dedicato a Simenon

Georges Simenon, il più grande giallista belga nonché uno dei più grandi e conosciuti al mondo, potrebbe presto essere il protagonista assoluto di un museo. Grazie alla buona volontà del figlio dello scrittore, John Simenon, e alla disponibilità della città di Liegi, la Maison Simenon potrebbe presto diventare realtà. Ora occorre “soltanto” trovare qualche sponsor [...]

Umberto Eco semplifica Il nome della rosa, ma perché?

Umberto Eco semplifica Il nome della rosa, ma perché?

Una news di qualche giorno fa rimbalzata sui giornali riporta che il grande autore alessandrino avrebbe riscritto Il nome della rosa. Secondo ADNKronos, “riscrivere” non è propriamente la parola corretta, dato che non si tratta di una riscrittura paragonabile al lavoro fatto da Arbasino per il suo Fratelli d’Italia, ma come definire il tentativo di [...]

Recensione – L’arte di correre, Haruki Murakami

Recensione – L’arte di correre, Haruki Murakami

L’arte di correre, malgrado il titolo, non è il classico manuale per novizi del jogging. Non è neanche la biografia di un campione olimpico; né un diario di allenamenti. L’autore, lo scrittore giapponese Murakami Haruki, colloca il libro nella categoria “memorie? e direi che la classificazione è abbastanza azzeccata. Haruki non tenta banalmente di promuovere l’esercizio fisico attraverso [...]

Conan il barbaro, Robert E. Howard

Conan il barbaro, Robert E. Howard

Sfruttando la popolarità ritrovata grazie al lungometraggio diretto da Marcus Nispel, Newton Compton ripropone in un nuovo volume le gesta del possente Conan, il personaggio creato da Robert E. Howard.

Inchiostro antipatico 4: risponde l’editore Walter Manzoni

Inchiostro antipatico 4: risponde l’editore Walter Manzoni

A seguito del quarto intervento di Inchiostro Antipatico, abbiamo ricevuto la risposta di Walter Manzoni, direttore editoriale di WLM Edizioni, che volentieri pubblichiamo. WLM edizioni, pur essendo con sede a Stezzano (BG), è molto legata al capoluogo piemontese: due sono infatti i redattori torinesi (Guglielmo Colombero e Gianluca Polastri) e molti sono gli scrittori della [...]

L’ultimo Twilight (prima parte) arriva in Italia con due giorni d’anticipo

L’ultimo Twilight (prima parte) arriva in Italia con due giorni d’anticipo

Arriverà nelle sale italiane il prossimo 16 novembre (due giorni prima che negli Stati Uniti) Breaking Dawn, il quarto film della saga di Twilight. Come l’ultimo Harry Potter, la trasposizione cinematografica del romanzo di Stephenie Meyer sarà divisa in due parti. Per vedere la conclusione della storia, si dovrà aspettare novembre 2012. Con la regia [...]

Segnalazione – Il Giornale e l’inutilità delle avanguardie

Segnalazione – Il Giornale e l’inutilità delle avanguardie

Se i Baustelle ne Il liberismo ha i giorni contati cantavano che «le avanguardie erano ok, almeno fino al ’66», Il Giornale va oltre e sostiene che sono tutte inutili, o perlomeno lo sono quelle letterarie, prima fra tutte l’italiana TQ. Sarà perché la letteratura si fa da soli e non esistono colleghi, come diceva Gombrowicz [...]